Come, Dove e Quale Illuminazione da Esterno a LED scegliere

Illuminazione da Esterno: come,  dove e quali Fari, Faretti, lampioncini, applique e lampadari per esterni a LED usare per illuminare l’esterno.

L’illuminazione da esterno a LED è la soluzione che permette di risparmiare sulla bolletta fornendo al tempo stesso una miglior visione della superficie rischiarata, al fine di rendere cortili, ingressi, giardini e camminamenti più sicuri.

Oltre ad illuminare, l’illuminazione da esterno può avere anche una funzione decorativa come avviene per l’illuminazione giardini privati e pubblici.

Soluzioni di illuminazione da Esterno a LED

Vediamo insieme quali sono i prodotti più adatti ad illuminare aiuole, facciate, terrazze e i consigli per valorizzare al meglio gli spazi esterni di casa.

Fari Proiettori da Esterno

Una delle soluzioni più impiegate per l’illuminazione da esterno sono i fari proiettori. Il faro da esterno ha una funzione esclusivamente funzionale e serve per l’appunto a diffondere luce su aree molto ampie.

I fari da esterno si posizionano solitamente ad una altezza superiore ai 3 metri ma possono essere installati anche 20 metri e possono essere installati su palo oppure a muro.

Inizialmente i fari avevano fonte di illuminazione lampade alogene oppure agli ioduri ma con l’avvento delle luci LED progressivamente le prime due verranno completamente abbandonate a causa dei vantaggi dei LED quali durata, qualità della luce e non da meno risparmio energetico.

Faretti Da Esterno

Per illuminare alcuni punti del giardino o i percorsi d’accesso agli ingressi, è possibile utilizzare luci per esterno da terra, come i faretti LED da esterno.

Il faretto è una tipologia di illuminazione che mette un fascio di luce concentrato da direzionare in punti specifici esaltandoli. Il faretto per esterno è ideale ad illuminare e valorizzare piante, pareti, statue, fontane etc.

Le soluzioni di Faretti LED sono molto ricercate in quanto i consumi con le altre fonti di illuminazione hanno consumi proibitivi.

Si possono impiegare faretti da esterno incassati a pavimento o a parete, per migliorare la sicurezza o non incassati, per rendere più rapida l’installazione.

Nel caso dell’illuminazione piante sono da preferirsi soluzioni di faretti a picchetto per adeguarsi anche alla crescita delle piante.

Lampioncini da Esterni

Facilmente inseribile in qualunque spazio esterno, e che possono essere di grande impatto estetico sono i lampioncini da Esterni.

Questa tipologia di lampioni da giardino consiste in paletti decorativi dell’altezza inferiore ai 2 metri di altezza.

I lampioncini da esterno possono essere collocati nel terreno, alcuni con una struttura in cemento, a pavimento ed anche per le soluzioni in coordinato a parete.

Il lampioncini da giardino, oltre alla funzione di elemento decorativo serve per diffondere luce come segnapasso per ingressi , sentieri, vialetti e camminamenti o percorsi in genere e si rivelano idonei come soluzione adatta per illuminare a bordo piscina.

I lampioncini da Giardino a LED si possono trovare con lampadine a led o con led integrati nel lampioncino. Quasi sempre le soluzioni integrate dispongono di elettronica dedicata e quindi offrono migliori performance di una lampadina a led.

Applique da Esterno

Le aree dei giardini lambite dagli edifici possono essere illuminate tramite l’uso di applique da esterno.

Le applique per esterno sono una tipologia di illuminazione a parete che può essere utilizzata anche per rendere vivibile lo spazio verde adiacenti alla casa, ma anche per le altre estensioni dell’abitazione come balconi, terrazze o gazebo.

In commercio ne esistono ormai di diversi modelli, forme e dimensioni, per adattarsi sia al gusto classico che a quello moderno. Possono essere dei lampioncini da giardino a parete per diffondere luce uniformemente oppure con emissione della luce concentrata come per i faretti da esterno.

Tra le applique moderne a LED stanno andando molto in voga applique a doppia emissione di luce, sia simmetrica che asimmetrica sfruttando ottiche per giocare con la luce nel tipo di diffusione.

Lampadari da Esterno

Da collocare sotto coperture, come tettoie da cancellino d’ingresso, intorno casa oppure di un gazebo si può scegliere tra lampadari da esterno a soffitto come plafoniere e lampade a sospensione.

Tutte le zone living esterne coperte possono giovare della presenza di lampade a sospensione, come lampadari e lanterne, due sistemi d’illuminazione da esterno per giardino che sfruttano cavi sospesi fissati al soffitto per conferire un’atmosfera romantica ed esclusiva agli angoli dedicati al relax o alla convivialità.

Luci da esterno: cosa prevede una corretta illuminazione

Una corretta illuminazione per esterni consente di vivere agevolmente e in tutta sicurezza l’outdoor, anche dopo il tramonto del sole.

Per fare questo però, è fondamentale che la progettazione avvenga rispettando alcune semplici regole.

Le luci non devono essere eccessive, devono cioè rischiarare le zone fondamentali senza abbagliare e senza sprechi dovuti alla dispersione luminosa, conseguenza frequente di una scorretta installazione.

Inquinamento luminoso

In generale, si parla di una ottimale illuminazione esterni quando i fasci dei corpi luminosi non superano i 140° rivolti verso il suolo e sono dotati di sistemi di schermatura (detti cut-off) che nelle luci LED sono sostituiti da ottiche che incanalano la luce esclusivamente dove serve illuminare.

L’inquinamento luminoso è un fenomeno che può avere conseguenze economiche, ambientali e culturali, per questo le leggi regionali ne definiscono e regolano il controllo.

L’inquinamento luminoso più evidente è la luce che possiamo vedere nei dispositivi di illuminazione da esterno che emettono luce oltre l’orizzonte e riducono la visibilità delle stelle. Tutta la luce che viene emessa verso il cielo corrisponde anche a consumi di energia elettrica inutili ad illuminare.

Alcuni di questi sono i classici lampioni da giardino a sfera ma anche tutte le lanterne da esterno che non hanno il corpo illuminante per diffondere luce incassato nella parte superiore della lanterna.

Le lampade per esterno devono pertanto essere consigliate ed installate sempre da professionisti qualificati, previo progetto elettrico ed illuminotecnico, per valutare sia il consumo d’energia che il rispetto dei parametri relativi all’inquinamento luminoso.

Le Caratteristiche dell’illuminazione da esterno

In secondo luogo, è necessario scegliere la tipologia di lampade da esterno considerando l’ambiente in cui le si vorrà installare.

Per questo non bisogna trascurare una serie di aspetti tecnici e strutturali, relativi alle caratteristiche dei materiali utilizzati per realizzare una lampada da esterno.

Una lampada esterno dev’essere innanzitutto resistente agli agenti atmosferici, all’umidità e agli sbalzi termici.

Per valutarne il grado di protezione, nelle luci da esterno che vogliamo acquistare è sufficiente far riferimento alla norma CEI 70-1, che identifica le luci esterne con la sigla IP seguita da due numeri.

La sigla è volta a descrivere, in maniera immediata, il grado di tutela dell’involucro; la prima cifra, compresa in una scala da 1 a 6, definisce il livello di protezione contro i corpi solidi esterni, la seconda valuta il grado di resistenza alla penetrazione dei liquidi (valori da 1 a 8).

Il livello di resistenza meccanica della scocca invece, è stimato con il grado di certificazione IK.

Oltre a questo anche i materiali dei dispositivi di illuminazione per esterno devono essere idonei con caratteristiche che ne evitino l’ossidazione e che permettano all’estetica di mantenersi inalterata a lungo nel tempo.

Scegliere le Luci LED da esterno

Per quanto riguarda la fonte illuminante, si può optare per l’illuminazione da esterno LED, una tecnologia che consente di massimizzare l’efficienza energetica.

Ma per effettuare un buon investimento è fondamentale individuare le caratteristiche riportate nelle schede prodotto che sono in grado di fare la differenza sull’acquisto delle nostre luci led da Esterno.

In primis ti sconsigliamo di usare delle lampadine a led in quanto le performance sono di molto inferiori a quelle integrate.

I valori che ti consigliamo di confrontare sono guardare sono:

  1. Efficienza luminosa espressa in Lumen/watt. Di Solito una lampadina ha efficienza luminosa intorno ai 75 lumen /watt mentre le soluzioni integrate partono dai 90 fino ad arrivare anche ai 200 Lumen /watt. Più elevata è l’efficienza e minori saranno i consumi di corrente elettrica.
  2. Durata espressa in ore. Una lampadina a LED difficilmente passa le 50000 ore di vita utile. Tuttavia soluzioni professionali offrono durate superiori alle 100000 ore. Più sono le ore di funzionamento e meno dispositivi dovrei acquistare in un determinato lasso di tempo.
  3. Indice di resa cromatica o cri espresso in numeri da 1 a 100 dove 100 è il massimo. Più è alto e migliore sarà la visibilità degli elementi illuminati.

In conclusione consigliamo anche di affidarsi ad una produzione italiana che nasce con uno specializzando in elettronica la quale sicuramente offrirà maggiori garanzie nelle performance delle Luci LED.

Ora sai quanto basta per effettuare il tuo prossimo acquisto di illuminazione da esterno a LED.